Cambiamento climatico e gas serra. Alcuni semplici consigli per le scuole

Il cambiamento climatico a cui assistiamo da quasi vent’anni dovuto alle frenetiche attività umane, sia industriali che di ordinaria quotidianità, comporterà impatti sempre più catastrofici.
Il riscaldamento globale porterà presto all’innalzamento del livello del mare, all’incremento delle ondate di calore e dei periodi di siccità, di alluvioni, di tempeste ed uragani.
A cambiare inevitabilmente sarà la vita di milioni di persone, in particolare quelle che vivono nelle zone più povere e vulnerabili del pianeta.

Le aziende e i governi sono colpevoli di un ritardo impressionante, nonostante l’allarme dato dalla comunità scientifica rispetto al cambiamento climatico che ha messo già a rischio numerose specie definite a rischio dal WWF, tra le quali rientrano orsi polari, pinguini, balene franche e leopardi delle nevi ma anche stambecchi, anfibi, fringuelli alpini e persino l’abete bianco, il tipico albero di Natale delle regioni settentrionali, tutte specie che stanno soffrendo come non mai l’aumento della temperatura e gli altri effetti dei cambiamenti climatici.*

Le soluzioni dell’Europa*
Sebbene alcuni degli impatti ormai siano irreversibili, oggi è necessario lavorare sodo per ridurre le emissioni, ma anche per cominciare ad adattarci al cambiamento climatico

L’Unione Europea nel pacchetto 2020 ha inserito come obiettivi principali da raggiungere in materia di clima e di energia
- il taglio del 20% delle emissioni di gas a effetto serra (rispetto ai livelli del 1990)
- 20% del fabbisogno energetico ricavato da fonti rinnovabili
- miglioramento del 20% dell'efficienza energetica.
Tra gli obiettivi riferiti agli stati nazionali figurano interventi sull’edilizia, sull’agricoltura (in tema di sfruttamento del suolo per coltivazioni intensive), sui rifiuti e sui trasporti.

Cosa possiamo modificare delle nostre abitudini quotidiane per aiutare l’ambiente?
Il WWF ha dato precise indicazioni a riguardo.
Come consumatori l’organizzazione mondiale a difesa della consiglia di
- scegliere veicoli elettrici, biciclette, non utilizzare l’auto per brevi distanze
- scegliere energie rinnovabili
- preferire prodotti alimentari di cui si conoscono i passaggi della produzione
Tra i principali consigli dunque
- evitare gli sprechi
- approfondire il tema con gli studenti per formare le giovani generazioni
- spegnere le luci negli uffici e nelle scuole quando non necessarie!


 

“Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d’arte che si possa desiderare” - Andy Wharol

 

*https://www.wwf.it/news/?29300/Emergenza-Clima-sono-migliaia-le-specie-che-rischiano-lestinzione
*http://assets.wwfit.panda.org/downloads/infografica_clima_lespeciepiuarischio.pdf
*https://ec.europa.eu/clima/policies/strategies/2020_it

 

Scaricala subito

Non perdere altro tempo ed entra nel team SKUOLAPP
Disponibile per dispositivi Android