Otto marzo. Pane, amore e mimose. Storia di violenza di genere

Non vorremmo mai scrivere un approfondimento di questo tipo.
Ci sembra doveroso, però, affrontare la questione della violenza di genere, proprio oggi, una giornata particolare in cui si sprecano mimose, fiori, regali e parole di stima nei confronti delle donne.
Non vogliamo fornire i numeri dei femminicidi e degli episodi di violenza, sia fisica che psicologica nei confronti delle donne perchè siamo consapevoli che aumentano esponenzialmente e che non sempre fanno parte del retaggio di tempi lontani in cui la donna era costretta in alcuni stereotipi.

Donna Alpha. Indipendenza emotiva e finanziaria

Il passato ha profondamente influenzato la concezione e la percezione del rapporto con l’altro sesso, ma non si può sottovalutare quanto abbia influito la posizione che le donne hanno assunto oggi nel mondo lavorativo e nella società in generale, sul modo di intendere la relazione uomo-donna.

Molto probabilmente l’uomo si sente sempre più minacciato dalla crescente figura delle donne alpha, che se da un lato lo sono davvero, dall’altro questo è diventato un nuovo stereotipo per classificare comportamenti che sarebbero di semplice autodeterminazione, autonomia finanziaria ed indipendenza emotiva, che fanno bene all’essere umano in generale.

Il ruolo della scuola

Le scuole e le università sono il centro di formazione delle menti umane per eccellenza.
In questo caso non possono e non devono tirarsi indietro rispetto alla responsabilità di insegnare un modus vivendi rispettoso dell’altro sesso.

Si tratta dunque di creare un approccio cooperativo tra tutte le figure che contribuiscono alla formazione delle giovani menti.
Docenti, famiglia, istruttori,
chiunque abbia una parte nell’opera di formazione deve contribuire ad invertire la tendenza di un pensiero fin troppo comune, che passa per l’offesa fisica e la violenza psicologica.

 

Scaricala subito

Non perdere altro tempo ed entra nel team SKUOLAPP
Disponibile per dispositivi Android